Ormai da diverso tempo sento discutere su “lo psicologo in farmacia sì/lo psicologo in farmacia no”. Voi cosa ne pensate?

Io trovo che possa essere un modo nuovo di avvicinare le persone alla psicologia, spesso demonizzata perchè erroneamente definita come la cura “del pazzo”. Che ne dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.