Di seguito il pensiero di un cantante che ha attraversato e superato il problema  alimentare che lo affliggeva. Di seguito i versi della sua canzone, dal titolo “Mai Nata”. Tiziano Ferro.

 

Passa passa passa

Poi imprechi ma non passa mai

La tua fame è sveglia, cazzo, no non va mai a dormire lei

Sogni sogni sogni Ma sai già quanto costano

Qualche notte in piedi a sopravvivere al fatto che Non è la realtà

E la conosci già La fine che farà La tua forza di volontà

Andrà a farsi fottere

Ti dicono “sii forte” si ma Son bravi a parlare

Che ne sanno di che hai dentro te

In quel frigo…si freddano le lacrime In dispensa…rinchiudi le tue ansie

e poi Sotto il letto…nascondi la tua polvere

Poi non dormi…ti chiudi e rifletti

RIT: E’ la vita che unita al dolore si ciba di te

E della tua strada sbagliata

E continui a pensare, placando il tormento, che bello se non fossi mai nata

Salpa salpa salpa Il raziocinio toglie l’ancora

Da una cerebrale come te nessuno se lo aspetta

Parli parli parli

Sei un vulcano inarrestabile

Treno più che rapido, efficiente poco timida Ma ti hanno detto mai Che devi amarti un po’

Puoi rallentare e poi Pensare un po’ più a te

Che sicurezza mostri se I casini sai risolvere Ma i problemi tuoi Non li affronti proprio mai

In quel frigo…si freddano le lacrime In dispensa…rinchiudi le tue ansie

e poi Sotto il letto…nascondi la tua polvere

Poi non dormi…ti chiudi e rifletti

Rit: … E non passa più E non cambia mai Cuore nello stomaco Testa senza eroi RIT: …

E la smetti? Rilassati!

Forza reagisci sei te Che condizioni la tua strada

E, su, prova a pensare che bello sarebbe se invece Amassi un po’ di più la vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *